Rissa per lo spaccio a Riccione: tre 18enni accoltellati in spiaggia

Tre 18enni, tutti della provincia di Como, sono stati feriti a coltellate nella notte sulla spiaggia di Riccione, dove era in corso un concerto. Uno di loro, raggiunto da un fendente all’addome, è stato trasportato all’ospedale cittadino, dove è in condizioni critiche. L’accoltellamento è avvenuto durante una rissa tra italiani e magrebini per la ripartizione delle zone dello spaccio nella città romagnola: i carabinieri hanno arrestato 7 persone.

– Tre 18enni, tutti della provincia di Como, sono stati feriti a coltellate nella notte sulla spiaggia di Riccione, dove era in corso un concerto. Uno di loro, raggiunto da un fendente all’addome, è stato trasportato all’ospedale cittadino, dove è in condizioni critiche. L’accoltellamento è avvenuto durante una rissa tra italiani e magrebini per la ripartizione delle zone dello spaccio nella città romagnola: i carabinieri hanno arrestato 7 persone.

I tre ragazzi si trovavano sulla spiaggia libera della città romagnola davanti a piazzale Roma per il concerto di Radio Jay: l’accoltellamento è avvenuto intorno a mezzanotte, quando lo spettacolo era quasi giunto al termine, alle spalle del palco. Per l’accaduto i carabinieri hanno arrestato sette persone (due italiani e un albanese residenti a Como, tre magrebini e un egiziano a Riccione senza fissa dimora), tutte di età compresa tra i 18 e i 20 anni, e denunciato a piede libero un minorenne. Le accuse per tutti sono di rissa aggravata e lesioni gravissime. I nordafricani devono rispondere anche del tentato omicidio del diciottenne.

Il più grave dei feriti, un comasco di origine albanese, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico ricostruttivo dopo la coltellata che gli ha squarciato l’addome. Il giovane è stato colpito con un coltello militare, con impugnatura mimetica, poi sequestrato dai carabinieri.

[fruitful_alert type=”alert-success”]Fonte: http://tinyurl.com/qxcbry4[/fruitful_alert]

Lascia un commento