guenda-U43030410509211aZ-U431103564171hhG-1224x916@Corriere-Web-Nazionale

Lecce, muore davanti alla discoteca: quella notte arrestati due pusher con ecstasy e coca

La stessa notte in cui al ‘Guendalinà ha perso la vita Lorenzo Toma, i carabinieri hanno arrestato in flagranza due pusher. Il primo è un giovane di 21 anni della provincia di Bari, con precedenti specifici, sorpreso mentre spacciava.

Perquisito, è stato trovato in possesso di cinque involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo ‘mdmà, più nota come ecstasy, per circa due grammi, e cinque involucri contenenti 1,5 grammi di cocaina, oltre ad una decina di grammi di hascisc. Il 21enne è stato bloccato dopo che aveva cercato di divincolarsi, opponendo resistenza ai carabinieri.

La seconda persona arrestata è un 24enne della provincia di Brindisi, sorpreso mentre cedeva cocaina ad un giovane. È stato trovato in possesso di una dose di cocaina ed una dose di ecstasy.

Nel corso dell’identificazione ha fornito false generalità ed è stato denunciato per questo reato; ora è agli arresti domiciliari. Al momento gli inquirenti escludono qualsiasi connessione tra gli arresti e la tragedia del 19enne Lorenzo Toma. L’autopsia dovrà verificare se la vittima aveva assunto droga e di che tipo. Poi se gli esami confermeranno questa ipotesi, la posizione per i due spacciatori potrebbe aggravarsi.

[fruitful_dbox] Acquista il libro!!! [/fruitful_dbox]

In Prefettura a Lecce, intanto, riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Il vertice è stato convocato dal prefetto Claudio Palomba dopo la morte di Lorenzo Toma. In questa sede potrebbero essere discusse misure nei confronti del locale.

[fruitful_alert type=”alert-success”]Fonte: http://tinyurl.com/nmbmzuj[/fruitful_alert]