Staff

E' l'anima web di Angelo Langé: prima del 2015 non c'era nulla, poi... il tutto! Dopo aver incontrato Angelo a febbraio è nata la pagina facebook, il sito e gli altri social, insomma il vero progetto #viteinpolvere. Il resto è storia.

Angelo wefree spaccio libro VITEINPOLVERE

Angelo Langé racconta la droga a Milano nel libro VITEINPOLVERE al WefreeDay

Guarda il video dell’intervista (7 min) o leggi la trascrizione qui sotto.   Angelo Langé, assistente capo della squadra mobile della Questura di Milano a San Patrignano WeFree day 2010, per presentare il libro di VITEINPOLVERE che parla di droga, parla di Milano. Di che parla il libro? Com’è la situazione in questa città? Angelo: …

Angelo Langé racconta la droga a Milano nel libro VITEINPOLVERE al WefreeDay Leggi altro »

Langé, viteinpolvere e Diabolik: l’antidroga raccontata ai ragazzi.

Esiste un’età minima per parlare ai ragazzi di droga? O corriamo il pericolo di trasmettergli una voglia che da soli non avrebbero? “Viteinpolvere” risponde.
Molto spesso si sente rispondere dal corpo docente o dagli altri genitori che … forse non è il caso, perchè i ragazzi ora non ne sanno niente e potremmo essere proprio noi i primi a suscitare in loro la curiosità.

Paese che vai fumetto #Diabolik_viteninpolvere che trovi.

di Michela Bonvicini Siamo a Milano, in una soleggiata mattina di ottobre 2015. Lo staff di Viteinpolvere (progetto nato attorno all’attività di Angelo Langé, autore del libro e coordinato da Michela Bonvicini) incontra lo storico Direttore di Diabolik e della casa editrice Astorina, sig. Mario Gomboli. Il luogo è da leggenda: la casa di Diabolik, …

Paese che vai fumetto #Diabolik_viteninpolvere che trovi. Leggi altro »

Diabolik-viteinpolvere a Rimini il 16 luglio per il 20° anniversario del Diabolik Club.

l’Antidroga 2.0 di Angelo Langé ormai viaggia sui binari della modernità del linguaggio, dai murales al fumetto. Ed ecco che l’edizione riservata – che non troverete mai in edicola – lascia la Lombardia, terra dei mille sponsor che l’hanno ideata e realizzata per raggiungere la Riviera romagnola, in quel di Rimini per festeggiare l’anniversario del Club di Sassuolo.

Vite-Diabolik a Brescia in omaggio a Carlo Verdone per 40 anni di carriera pulita.

“Viteinpolvere” nasce come progetto multimediale per dare visibilità al messaggio di Angelo Langè “la droga ti fotte”, frutto di 30 anni di esperienza antidroga nelle strade di Milano.
Nel 2016, schiera al suo fianco il prestigioso fumetto italiano Diabolik. L’albetto diventa quidi il biglietto da visita del progetto presso enti e associazioni in cerca di un soggetto valido per proporre un programma di prevenzione.
Verdone è il primo vip ritenuto degno – a mio insindacabile giudizio – di ricevere in omaggio Vite-Diabolik: nella maratona bresciana ha svelato tutto stesso raccontando il suo stile di vita pulito e onesto, anche in momenti potenzialmente pericolosi, quelli in cui la debolezza può costringere i più deboli a ricorrere a palliativi temporanei.

#Viteinpolvere dice “no alla droga” e schiera Diabolik al fianco di Angelo Langé

Alzino la mano tutti i fan di Diabolik! Ho una notizia per voi: il vostro eroe, sempre pronto a sostenere le cause sociali, scende in campo contro la droga! Il 9 giugno ha visto la nascita del prezioso albetto  “EVA SCHIAVA DELLA DROGA” – edizione promozionale per il volume viteinpolvere, edizione speciale fuori commercio reso …

#Viteinpolvere dice “no alla droga” e schiera Diabolik al fianco di Angelo Langé Leggi altro »

Spice – La nuova droga chimica che invade New York

La nuova droga si chiama Spice o K2 (ma è conosciuta anche come Genie e Bombay Blue) e dopo aver avuto una prima distribuzione nella costa est si sta diffondendo a macchia d’olio in tutti gli USA.
“Le persone credono si tratti di cannabis perchè ha il soprannome di marijuana sintetica, ma non c’è niente in comune – continua Harlen – abbiamo avuto in clinica vari pazienti che l’avevano fumata e molti non sapevano nemmeno dove si trovavano. È molto pericolosa e abbassa nettamente le capacità cognitive di chi la usa, oltre a poter provocare danni permanenti al cervello